Dev
A PESCI IN FACCIA

Q&A con qualche sviluppatore di Bel'Veth

DevAutoriAUGUST, Riot Axes, nickstravaganza, GambitxX13, Ghostcrawler, Reav3
  • Copiato negli appunti

Con l'agitazione che accompagna l'inevitabile divoramento di Runeterra da parte di Bel'Veth, volevamo celebrare la sua uscita affrontando alcune delle domande dei giocatori che ci sono passate sotto gli occhi.


Perché abbiamo creato Bel'Veth come un campione basato sugli auto-attacchi?

Bel'Veth, fondamentalmente, è una bugiarda. A una prima occhiata SEMBRA un'elegante strega, ma quell'aspetto bugiardo nasconde la sua vera natura: un mostro del Vuoto potente e travolgente più che pronto a squartare le prime linee e divorare l'essenza dei suoi avversari (con auto-attacchi).

Riot August, Lead Designer campioni

Per lo sviluppo di Bel'Veth abbiamo voluto creare un campione unico ma con un ampio appeal. Abbiamo pensato di farne un assassino dal Vuoto, ma sono dei vestiti che stanno già bene a Kha'Zix. Abbiamo anche pensato a farne un mago; ma abbiamo ritenuto che sarebbe stato un campione da giungla troppo di nicchia per i giocatori. Alla fine abbiamo deciso che uno schermagliatore sarebbe stato il modo migliore di affrontare questi obiettivi di sviluppo. 

Nello stesso periodo, alcuni sviluppatori stavano valutando l'idea di un campione che cresce in velocità d'attacco senza fine. Era un concetto che al team piaceva molto; abbiamo deciso che si sarebbe ben armonizzato col tema di Bel'Veth, quindi abbiamo deciso di implementarlo nel suo kit (a quel tempo il suo stile estetico era in uno stadio ancora molto preliminare)

Ryan "Reav3" Mireles, Lead Producer per il gameplay

Perché la sua icona campione è la sua faccia "umana" e non quella "vera"?

Le icone dei campioni devono essere facilmente identificabili durante una partita, anche quando sono piccole. La "vera" faccia di Bel'Veth è stata pensata per essere nascosta nella sua splash art in modo tale da catturare e rappresentare il concetto di rana pescatrice alla base del suo design. Quando è giunto il momento di trasformare la splash art in un'icona, la sua "vera" faccia si è rivelata essere un problema di chiarezza di gioco; quindi, abbiamo deciso di usare la sua "finta" faccia come icona di gioco

Riot August, Lead Designer campioni

Perché Bel'Veth ha una crescita infinita di velocità d'attacco e di danni puri?

Come il Vuoto, l'infinita velocità d'attacco di Bel'Veth consumerà tutto ciò che le si para davanti... alla fine. 

Far sì che gli auto-attacchi crescano anche di danni puri ci aiutano a rinforzare punti di forza e di debolezza di uno schermagliatore basato sulla crescita. Il suo danno sale parecchio a livelli alti contro avversari resistenti, ma è meno efficace nei primi momenti di un combattimento, rivelandosi quindi poco adatta a uccidere un avversario con una raffica di danni. Più velocità d'attacco ha, più velocemente questo danno cresce, sottolineando quanto sia importante ottenere esperienza e oro all'inizio e, di conseguenza, quanto sia importante per i suoi nemici impedirglielo.)

Bryan "Riot Axes" Salvatore, Capo progettista gameplay

Com'è stato trasformare una manta in un campione? Una manta ti prende a pesci in faccia?

Il punto di partenza per Bel'Veth è sempre stato questo aspetto simile a una manta e questo ha posto delle sfide di animazione abbastanza uniche. Doveva sembrare tanto regale quanto mostruosa. Avrebbe dovuto volare, ma doveva anche muoversi come se nuotasse. Il contrasto tra la sua elegante forma base e la sua orrenda forma mostruosa è stato un punto divertente sul quale giocare come elemento chiave del tema. Stranamente però ha anche significato dover in un certo qual modo ignorare la nostra esperienza ed evitare di rendere la sua testa falsa troppo animata, visto che non è il suo "vero" aspetto.

Riot nickstravaganza, Artista animazioni

Lavorare su Bel'Veth è stata un'interessante sfida per molti motivi, soprattutto capire come rendere i suoi auto-attacchi. Appena cominciata la produzione abbiamo fatto varie prove su come una manta potesse attaccare in mischia (avviso: nessuna manta è stata ferita in questo processo). Dopo vari tentativi, come la coda, la "gonna" di spine e le ali, abbiamo deciso di avere diversi set di attacchi per diverse velocità d'attacco. Abbiamo deciso di far sì che le sue ali taglino a bassa velocità di attacco (esatto, non sono delle sberle quelle). Man mano che la velocità d'attacco sale comincia a pugnalare l'avversario; e quando è VERAMENTE alta comincia a menare affondi speciali e velocissimi nella sua vera forma!

Alex "GambitxX13" Ferreira Simoes, Artista animazioni

Cosa ne pensi delle mante?

In quanto (probabilmente unico) oceanografo ufficiale di Riot, penso che siano fantastiche. Chi non si interessa a questo settore spesso confonde manta e trigone; la differenza è che le mante non ti fanno del male. Bel'Veth è praticamente il loro contrario. 

Le mante non hanno denti né code spinate. Sbattono le loro ali nell'acqua in modo molto elegante, aspirando piccoli pescetti e crostacei. Le ho viste in libertà in posti come le Hawaii e in Costa Rica; sono veramente uno spettacolo per gli occhi. E credo che anche Bel'Veth lo sia. 

Consiglio da esperti: per evitare di venir punti da un trigone camminando nei fondali sabbiosi, basta trascinare i piedi invece che sollevarli e rischiare di pestarne uno per sbaglio

Greg "Ghostcrawler" Street, (probabilmente unico) Oceanografo ufficiale della Riot

Anche voi trovate le mante del Vuoto interessanti? Volete dargliene ai vostri avversari a due a due finché non diventano dispari? Assicuratevi Bel'Veth e la sua armata di pesci del Vuoto sulla Landa, il 9 giugno!



  • Copiato negli appunti

Collegati
Collegati